BRAND NALINI E MADE IN ITALY

Chi conosce Nalini da anni sarà rimasto stupito nel vedere l’evoluzione che ha avuto l’azienda dal punto di vista della mission e della vision.

Da uno dei punti di riferimento del mobile in stile classico di alta qualità conto terzi (B2B) al lancio di una linea di prodotti a marchio proprio di alta qualità nel segno del design e del connubio di tradizione e contemporaneità.

Oggi la produzione di Nalini va in varie direzioni per ottimizzare al massimo l’alto livello di capacità produttiva.

La vision nuova è quella di diventare un marchio cult nel mondo del design, è quella di costruire oggetti senza tempo ma dall’indiscusso stile per un target alto e ambizioso.

La mission è quella di produrre interamente in Italia e distribuire attraverso i migliori showrooms di settore e online (shop) nel segno del MADE IN ITALY. Ecco le parole che sono motivo di orgoglio per ogni produttore italiano.

Il MADE IN ITALY ha un antico prestigio che si basa sulla creatività che sposa qualità e inventiva.

Dalla moda alle calzature, dall’arredamento alle invenzioni e alle scoperte scientifiche, da sempre ci distingue nel mondo in tutte le arti.

E’ una legittima aspettativa dei produttori italiani veder valorizzata la propria creatività e capacità manifatturiera. Tuttavia solo un’adeguata promozione e valorizzazione del prodotto può migliorare la competitività delle piccole e medie imprese italiane e questa deve essere messa in risalto si dai produttori ma anche dallo Stato italiano.

Esiste un Istituto per la Tutela dei Produttori Italiani ITPI che certifica l’autenticità del prodotto interamente realizzato in Italia, c’è però da dire che, specie quando si parla di prodotti realizzati da piccole imprese, non tutte le aziende ricorrono a questo ente per ottenere la certificazione pur avendone diritto mentre è purtroppo di dominio pubblico che ci siano prodotti marchiati Made in Italy che sono invece realizzati per un 80% all’estero dove il mercato del lavoro è molto meno costoso ed a volte addirittura borderline con lo sfruttamento, anche minorile.

L’Italia è un paese piccolo se si guarda un mappamondo da lontano, è morfologicamente molto vario, fatto di persone profondamente diverse per usi, costumi e culture ma proprio per queste caratteristiche è un paese che è sempre stato capace di creare eccellenze più che grandi produzioni, qualità più che quantità e se questo aspetto è a volte penalizzante dal punto di vista della competitività nei prezzi, è altrettanto vero che è un must per chi cerca il TOP.

Nalini ne fa orgogliosamente parte!